Haiku 11
irene haiku screen.png

IL PROGETTO

Durata: 0'42''

Il progetto tratta il contrasto tra la naturalità e l'artificio, tra la calma della natura ammorbata dalla presenza umana, e il frastuono antropico ma di conciliazione collettiva, tra la solitudine e la condivisione.
Riprende il concetto antico di Haiku che si basa sulla trattazione poetica degli elementi naturali attraverso una struttura tripartita molto semplice.
La tecnica di ripresa utilizzata è quella dell’inquadratura a camera fissa per il primo e l’ultimo frame, mentre per quello intermedio la tecnica utilizzata è quella di una breve carrellata.
La scelta di usare una fotocamera di pessima qualità per girare i primi due frame che trattano la stessa tematica, accentua il gioco sul contrasto, tra la perdita di bellezza estetica della natura e la bellezza, invece, scoperta dell’esperienza umana di confusione e disordine.
Il video si presenta in tre frame: nel primo si vede un’inquadratura fissa su una pozza d’acqua che rifleffe il paesaggio, contaminato dall’uomo; nel secondo una carrellata molto zoommata intorno ad una goccia d’acqua che pende da una costruzione industriale; nel terzo l’ inquadratura fissa di un concerto.
Il suono parte solo alla fine del secondo frame, a volume molto alto come emblema della bellezza disordinata e spiazzante dell’umano.
Irene Fortunato - 4F Liceo Artistico Frattini, Varese