QUEL CHE RESTA DEL SOLE
foto 2.jpg

IL PROGETTO

Le classi di indirizzo figurativo e grafico hanno seguito il workshop "Quel che resta del sole" con Andrea Caretto e Raffaella Spagna. Il duo di artisti, da sempre impegnato a disegnare le relazioni profonde che legano gli esseri umani al loro ambiente, hanno proposto ai ragazzi un progetto di mappatura cromatica di un percorso di attraversamento della città di Gallarate. Gli allievi hanno selezionato e catturato elementi cromatici, distillando terre, piante e fiori, polverizzando minerali, scattando fotografie, e sono arrivati alla realizzazione di un grande mosaico collettivo fatto di tessere colorate che restituisce l’andamento cromatico dei loro luoghi quotidiani, in dialogo con le gamme di colori rintracciabili nella mostra dedicata a Ottavio e Rosita Missoni.

I lavori realizzati al termine del workshop comprendono: 

1. Arazzo-Mappa di Gallarate (2015)

Materiali: Carta, pigmenti naturali, fotografie

Cinquanta studenti hanno percorso a piedi il tragitto che collega il Museo MAGA al Parco della Boschina. Lungo il percorso sono state registrate delle tracce cromatiche attraverso tecniche diverse: sfregamento di materia varia su carta; raccolta di materiali artificiali e naturali (vegetali, minerali, animali) e successiva trasformazione in “pigmento”; ripresa di dettagli fotografici monocromatici, ecc. Ogni sequenza verticale corrisponde all’esperienza individuale di uno stesso percorso; cinquanta sequenze accostate tessono insieme un arazzo-mappa collettivo, un paesaggio cromatico nel quale ogni colore è espressione sia di un luogo specifico che della visione di quel luogo da parte di chi l’ha percorso e osservato.



2. 49 sfumature di suolo (2015)

Materiali:Carta, terra, gomma arabica

I luoghi di provenienza dei 49 partecipanti si rivelano nelle diverse sfumature di marrone ottenute dai suoli raccolti nei singoli siti di origine. Diluiti e filtrati, le terre sono divenute pigmento grezzo; i campioni di colore sono ricomposti infine secondo una sequenza cromatica di toni più chiari e più scuri.



3. Collezione di filtri da suolo (2015)

Materiali:Terra, calze di nylon

Materiale di scarto dalla produzione dei pigmenti di terra. La parte densa e grossolana del suolo, trattenuta dalla calza-filtro, che, nell’essere spremuta, conserva la forma della mano che l’ha compressa.

4. Squame di terra (2015)

Materiali: Terra, gomma arabica

Residui di nove pigmenti di terra contenuti in una bacinella e successivamente essiccati al sole